Baristi di Mamoiada contro l’ultima ordinanza del Sindaco

Questa la lettera:

Carissimo Sig. Sindaco di Mamoiada Graziano Deiana,

indirizziamo questa lettera  a lei, per protestare contro l’Ordinanza Comunale n°5 del 25 maggio 2009, contro la lotta all’inquinamento acustico notturno.

Scriviamo noi baristi che sicuramente ci sentiamo più toccati da questo tipo di ordinanze, chi come noi cerca un diversivo per trattenere i giovani mamoiadini qua a Mamoiada con serate musicali, danzanti e karaoke, semplicemente per evitare che questi nostri giovani andando a divertirsi fuori, rischino: ritiri di patenti per alta velocità o eccesso di alcool nel sangue, incidenti stradali che a volte possono far piangere tutta la comunità.

Ma  anche per cercare di incrementare l’economia paesana che come quella nazionale è in ovvio declino, e lei ne è al corrente.

Visto e considerato che dette feste sono di organizzazione sporadica, generalmente sempre di venerdì o sabato notte, e zonale, inquanto non vengono organizzate sempre nel solito locale,

NOI RIUNITI CHIEDIAMO che tale orario venga prorogato almeno sino alle ore 03.30 del mattino.

Ricordiamo inoltre che non sono i locali a rovinare la quiete notturna, ma bensì quei soliti 4 o 5 o anche di più personaggi che “TUTTE LE NOTTI”, e sottolineiamo TUTTE LE NOTTI, sfrecciano per le vie del paese, sapendo di correre il rischio di poter falciare chi si ritrovano davanti e per giunta con l’autoradio della macchina ad altissimo volume risvegliando con suoni melodici tutto il paese e non solo alcune zone.

Poi vogliamo sempre ricordare di come Mamoiada viveva poco più di 10 anni fa o si vuole ritornare a quei livelli ed andare in giro a sparare lampioni?

O forse caro il Nostro Sindaco queste attività illegali sono più silenziose che fare musica il fine settimana a turno nei vari bar del suo pacifissimo paese?

Ricordiamo inoltre che Mamoiada è un paese giovane, pulito e soprattutto sano e di questo ne dovremo andare fieri!

La ringraziamo in anticipo per aver letto e preso in considerazione questa nostra lettera.

 

Firme

Baristi Mamoiadini Riuniti

 

Articolo della Nuova Sardegna di ieri

Lotta all’Inquinamento acustico la Nuova Sardegna — 27 maggio 2009  

  MAMOIADA. Sarà un’estate all’insegna della tranquillità e della pulizia delle strade, quella che sta per entrare nel vivo, parola del sindaco Graziano Deiana. Dopo la pubblicità spazzatura infatti il comune di Mamoiada adesso fa la guerra ai fracassoni che minano la quiete pubblica.  A poco più di una settimana dall’entrata in vigore dell’ordinanza che vieta a chiunque di buttare per terra fogli della pubblicità sia dei vari operatori commerciali che i santini dei politici, adesso la nuova guerra del sindaco Deiana è dichiarata contro ogni forma di inquinamento acustico. Basta con la musica spaccatimpani a tutto volume durante le ore notturne e non solo. Perché costringere i vicini a condividere una musica della quale non gli importa nulla e invece vorrebbero riposare tranquillamente? Per questo ed altre ragioni, il primo cittadino di Mamoiada anche a seguito delle diverse segnalazioni ha deciso che è tempo di porre fine ad un modo di fare non proprio ortodosso facendo entrare immediatamente in funzione l’ordinanza. Chi non osserverà le nuove disposizioni in materia potrà incorrere in sanzioni che vanno fino a 500 euro. L’ordinanza che è la numero 5 del 25 maggio contiene le “disposizioni in materia di contenimento del livello di impatto acustico in occasione di manifestazioni e attività temporanee rumorose” che sarebbero: le attività di intrattenimento o spettacolo, promosse o gestite a cura di associazioni, enti pubblici e privati, gruppi, privati,del tipo; concerti, serate musicali, feste, ballo, cinema all’aperto e ancora: attività di intrattenimento o spettacolo esercitate in modo occasionale a supporto dell’attività principale licenziata presso pubblici esercizi, sedi di circoli associazioni ecc. In pratica si parla di: piano bar, serate musicali o feste da ballo e simili. Ma non basta, sotto “osservazione” saranno anche: gli eventi sportivi svolti in specifiche strutture o in aree temporanee, promosse o gestite da chiunque. Al fine di tutelare sia il diritto di gruppi di cittadini che esercitano legalmente tali manifestazioni sia il diritto dei cittadini a non subire fastidio e disturbo del riposo dai rumori provocati da queste attività. Considerato che tali manifestazioni si svolgono in prevalenza nel centro storico dove dal mese di marzo è in vigore un piano di zonizzazione acustica. Tali attività nel periodo dell’ora solare sono consentite, dalle 9 alle 24 e nel periodo di vigenza dell’ora legale, dalle 9 alle 13 e dalle 16,30 alla una di notte. Il mancato rispetto dell’ordinanza verrà punito col pagamento di una somma che va da 25 a 500 euro. – Nino Muggianu
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: